Sab. Ago 8th, 2020

San Giustino. Al Castello Bufalini conversazione su La Madonna Sistina di Raffaello

In occasione del V Centenario della morte di Raffaello, domenica 26 luglio, alle ore 18, al Castello Bufalini, San Giustino, la studiosa Romanella Bistoni Gentili parlerà su La Madonna Sistina, capolavoro reso celebre anche grazie ai due piccoli angeli dipinti sul bordo inferiore dell’opera. L’iniziativa è stata curata dalla direttrice Tiziana Biganti. Olio su tela (265×196 cm) risalente al 1513-1514 circa e conservata nella Gemäldegalerie di Dresda, l’opera è considerata la più bella mai realizzata da Raffaello. Nel corso dei secoli ha affascinato numerosi autori, tra cui  Goethe, Dostoevskij, Puskin, Schopenauer, Bulgakov, Nietzsche, Heidegger, Ernst Bloch, Vasilij Grossman. Commissionata da Papa Giulio II per essere destinata alla chiesa benedettina di San Sisto a Piacenza e dedicata a Papa Sisto IV della Rovere, avo di Giulio II, fu esposta per 240 anni sino al 1754 quando per 25.000 scudi romani fu ceduta dai monaci piacentini al Grande Elettore Augusto III di Sassonia. Messa al sicuro dai nazisti durante i bombardamenti che rasero al suolo Dresda tra il 13 ed il 15 febbraio 1945, fu trafugata dall’Armata Rossa alla fine del secondo conflitto mondiale e portata a Mosca dove rimase per un decennio, al Museo Puškin. Dopo la morte di Stalin, ha fatto ritorno a Dresda nell’ottobre 1955. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: