Ven. Ago 14th, 2020

Esclusivo: Marzi (ass.re lavori pubblici Sansepolcro) risponde a Secondi “pronto a lavorare per favorire progetto di unione territoriale”

“I nostri territori, parlo di Altotevere e Valtiberina, hanno l’obbligo morale e istituzionale di trovare punti in comune, la pandemia ci ha posto difronte a delle problematiche evidenti, servono azioni chiare, decise, concrete che non possiamo più rimandare” esordisce così, l’assessore ai lavori pubblici del comune di Sansepolcro Riccardo Marzi “Per questo accolgo con favore l’invito al dialogo, avanzato qualche giorno fa dal collega Luca Secondi, se l’idea è quella di creare un movimento di area vasta io ci sono. E’ fondamentale pensare ad un progetto che unisca, non più simbolicamente, la nostra valle e che vada oltre gli steccati, le ideologie, gli interessi di partito. E’ il momento di fare, mai come ora abbiamo la necessità di lavorare insieme per uscire da una crisi, che da sanitaria potrebbe divenire a breve economica e sociale. Ci sono dei settori come sociale, turismo, ambiente, agricoltura, urbanistica, lavori pubblici, commercio, in parte la sanità, che devono necessariamente essere messi in rete, non ha senso che Sansepolcro abbiamo una visione diametralmente opposta dalla vicina Città di Castello. Prendiamo l’esempio del secondo ponte sul Tevere” prosegue Marzi “questa infrastruttura, risulterà fondamentale e ancor più strategica per l’intero territorio, se anche la vicina Umbria svilupperà dei collegamenti funzionali, che permettano una viabilità più scorrevole per entrambi i comprensori ma non solo, penso al sociale, dove si rende sempre più evidente, la necessità, che le nostre associazioni collaborino perché le criticità, di qualsiasi genere, non hanno confini. Ma anche sulla sanità, sull’ambiente, sull’urbanistica possiamo trovare, dei punti in comune se vogliamo. Sia chiaro, facciamo parte di due Regioni diverse questo in parte è un limite, ma se la volontà è forte, molte questioni si possono superare. Colgo l’occasione che mi date” prosegue Marzi “per ringraziare i dipendenti comunali che hanno seguito l’iter procedurale, che ci ha permesso di affidare i lavori del secondo ponte su Tevere, sono stati dei professionisti esemplari, con cui mi onoro di aver lavoro in questi quattro anni. Sarò sincero, ho preferito non rispondere alle tante critiche, molte delle quali senza senso, che mi sono state mosse in questo periodo. Sorrido quando penso che, in tanti al posto mio, avrebbero trovato enormi difficoltà a districarsi tra le maglie della burocrazia, ma sono questioni che fanno parte del passato. Soddisfazione anche per quanto fatto sul fronte edilizia scolastica” conclude Marzi “riconsegniamo alla nostra città delle scuole sicure, in regola con tutte le normative vigenti sia in termini di sicurezza che di confort per i nostri studenti, lo facciamo con un anno di anticipo, ma me lo conceda, a noi le cose piace farle nei tempi giusti e non poche settimane prima delle elezioni amministrative”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: