Gio. Lug 2nd, 2020

Fase 3: Bassini (Ass.re sociale e protezione civile Comune di Città di Castello) “fondamentale non disperdere le conoscenze che abbiamo acquisito. Unire Altotevere e Valtiberina è fondamentale”

“Sarò sincera, mi batterò perché l’enorme patrimonio di conoscenze acquisite in questi mesi di emergenza non vengano dispersi” queste le prime parole dell’assessore al sociale e alla protezione civile del Comune di Città di Castello Luciana Bassini “premetto che non sono a conoscenza di eventuali errori o disservizi occorsi in questi mesi, ma qualora ce ne fossero stati, sono stati causati dalla voglia di fare tutto nel più breve tempo possibile. Ammetto, sapevamo della gravità di quello che stava accadendo, ma mai potevamo immaginare quanto poi sarebbe accaduto detto questo, sono fiera ed orgogliosa del gruppo di lavoro che siamo riusciti a creare. L’enorme sforzo prodotto da tutti i volontari, ci ha permesso di sopperire ad una situazione veramente difficile, se ci sono state carenze saremo in grado, in caso di una nuova emergenza di evitarle. Credo sia fondamentale pensare ad un’area vasta, che unisca i nostri territori parlo di Altotevere Umbro e Valtiberina Toscana che di fatto sono un entità unica, divisa da due Regioni. Ci sono servizi che possiamo mettere in rete e ci dobbiamo impegnare tutti, nessuno escluso, perché questo avvenga. Penso al sociale, al turismo, alla cultura, al volontariato possiamo unire le forze perché insieme si vince, da soli non si va da nessuna parte queste settimane di pandemia, che ricordo a tutti che non terminata, ci hanno insegnato questo, è un valore che non dobbiamo disperdere, un seme che dobbiamo coltivare perché diventi una pianta robusta, che possa sopravvivere alle molte avversità che la vita, purtroppo ci riserva. Presto, ed è una promessa che faccio personalmente “prosegue Bassini “ mi impegnerò assieme ai colleghi degli altri comuni, per istituire un albo delle badanti è necessario farlo, serve per dare una risposta alle tante famiglie che in questi mesi si sono trovate in difficoltà è un dovere morale, per noi che facciamo sociale, così come forniremo un bilancio dettagliato di tutte le donazioni che, per quanto riguarda il mio assessorato, sono state fatte in questi mesi. Altro punto che intendo portare avanti, con forza, è la sinergia tra tutte le associazioni di volontariato dell’intero territorio, anche in questo caso non possono, non devono esistere confini” prosegue Bassini “stiamo monitorando eventuali altre situazioni di disagio sociale che questi mesi di lock down potrebbero aver creato, ci sono nuove nuclei familiari a cui dovremo prestare attenzione e fornire aiuti, per quanto potremo, in tanti hanno perso il lavoro, non possiamo permetterci di lasciare i di nessuno, A tal proposito il contatto con Caritas ed altri Enti è giornaliero, e il servizio di segretariato sociale sarà potenziato proprio per sopperire ad eventuali nuove richieste. Rivolgo un pensiero, che è anche un doveroso ringraziamento ai nostri medici, infermieri, operatori sanitari il nostro Ospedale ha retto, il centro covid ha svolto il suo lavoro in modo esemplare” conclude Bassini “per questo sono convinta che in caso di nuova emergenza, non ci faremo trovare impreparati, soprattutto per quanto riguarda il rifornimento dei presidi sanitari e terapie intensive, faremo di tutto perché il nostro ospedale continui a garantire la qualità dei servizi che ha svolto in questi mesi di emergenza sanitaria”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: