Ven. Ago 7th, 2020

Covid 19: Mauro Cornioli (Sindaco di Sansepolcro) “concentrati sulla ripartenza, sosteniamo le aziende locali, acquistando dai nostri commercianti”

“Mi auguro che il peggio sia passato, intravedo la luce in fondo al tunnel, ma non mi stancherò mai di ripetere, servono comportamenti responsabili, se no tutto quanto fatto risulterà vano” Queste le prime parole del Sindaco di Sansepolcro Mauro Cornioli, a pochi giorni dalla riapertura dopo il lock down imposto per l’emergenza Covid 19 “In questi giorni, di speranza ma anche di apprensione, voglio parlare di quello che faremo nelle prossime settimane, nei prossimi mesi. Stiamo preparando una città su misura per le nostre famiglie, luoghi dove i nostri concittadini possano vivere, nei momenti serenità di spensieratezza, in piena sicurezza. Il nostro borgo inizia, piano piano a tornare alla normalità” prosegue Cornioli “a me piace stare tra la gente, aimè, con le dovute distanze e vedo con piacere persone e passeggiare, rispettando le regole, per il corso e in altri luoghi della città. E’ vero ci sono casi sporadici di cittadini, per lo più giovani, che non portano la mascherina, le forze dell’ordine, che ringrazio per quanto fatto in questi mesi, con discrezione e buon senso cercano di richiamare, tutti alle proprie responsabilità, sia chiaro non ci possiamo permettere un aumento dei contagi, una nuova chiusura sarebbe un letale per la nostra economia, già in grande difficoltà per questo serve attenzione, ma sono fiducioso che tutti faranno la propria parte. I mesi che verranno dovranno fissare i punti per un rilancio della nostra economia locale” prosegue Cornioli “per questo, colgo l’occasione che mi date per fare un appello uscite, andate a far compere nei nostri negozi, ora più che mai dobbiamo sostenere i nostri esercenti. Non ci possiamo permettere ulteriori chiusure, un’attività che non riapre è un danno non solo economico per chi ci lavora, è una ferita che non si rimargina, una serranda chiusa è una parte della nostra città che scompare, questo fa male. Abbiamo davanti una grande opportunità, valorizzare i nostri tesori, serve attrarre turismo anche da fuori Regione, il nostro territorio a tanto da offrire strutture ricettive di livello, luoghi sicuri pronti ad accogliere famiglie con bambini possiamo, dobbiamo provarci. Concludo con quella, che secondo il pensiero dell’amministrazione, del gruppo di lavoro che mi onoro di guidare, con quello che credo sia il primo vero punto di ritorno alla normalità, l’edizione di Kilowatt 2020 e tutta le serie di eventi che abbiamo in programma per la prossima estate. Il nostro sarà un borgo da vivere” conclude Cornioli “vogliamo tornare ad essere il salotto buono della Valtiberina, abbiamo i mezzi per vincere questa sfida e la vinceremo”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: