Mar. Lug 14th, 2020

Al via la terza stagione de “gli arnesi della musica”

Debutta la terza stagione de “Gli arnesi della musica” inizierà domenica 12 gennaio, alle ore 17.00 al Teatro comunale degli Illuminati, con l’esibizione a ingresso gratuito dei fratelli Fabio e Sandro Gemmiti, applauditi interpreti nei concorsi e nelle sale da concerto più importanti del mondo. Nel primo dei tre appuntamenti in cartellone, la manifestazione promossa dal Circolo Culturale Luigi Angelini del presidente Luigi Chieli, con la direzione artistica del maestro Fabio Battistelli e con la collaborazione del Circolo Tifernate Accademia degli Illuminati, il supporto del Comune, di Sogepu e del Museo Diocesano, presenterà al pubblico tifernate un duo ritenuto dalla critica internazionale tra i migliori della propria generazione. Rispettivamente alla fisarmonica e al pianoforte, Fabio e Sandro Gemmiti sono noti non solo per il perfetto sincronismo e la sensibile comunione di intenti musicali, ma anche per la tecnica trascendentale e le straordinarie doti artistico-interpretative, che, unite ad una grande sensibilità emozionale, rendono le loro interpretazioni dei momenti unici. Nel concerto di Città di Castello, intitolato “Variazioni poetiche”, saranno proposti brani tratti da un repertorio che spazia da Bach, Mozart, Chopin, fino a Ravel, Rachmaninov, Gershwin e ai compositori contemporanei, abbracciando anche opere meno eseguite come la “Nona Sinfonia” di Beethoven e “La Sagra della Primavera” di Stravinskij. Nello spirito della rassegna, il concerto darà modo agli appassionati di approfondire la conoscenza della musica, attraverso alcune tra le opere più significative della produzione mondiale, ma anche degli strumenti, scoprendone storia e caratteristiche. Dopo il debutto, “Gli arnesi della musica” proporrà al pubblico tifernate altri due appuntamenti: il 16 febbraio, al Teatro comunale degli Illuminati, con l’Orchestra Giovanile di Arezzo, e il 15 marzo, nel Salone Gotico del Museo del Duomo, con il Quintetto del Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze, composto da Paolo Zampini al flauto, Simone Bensi all’oboe, Fabio Battistelli al clarinetto, Guido Corti al corno e Corrado Dabbene al fagotto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: