Ven. Ago 14th, 2020

Scritte razziste ad Arezzo contro Oxfam, Barni: “Al fianco di chi lavora per il futuro dei più fragili”

epa06525003 The Oxfam logo at a store in London, Britain, 14 February 2018. UK charity has admitted that several of their aid workers have been using sex workers while working in Haiti in 2011. EPA/ANDY RAIN

“E’ avvilente che in un 2020 appena iniziato, ci si debba già trovare a esprimere solidarietà a un’organizzazione che ha subito un atto razzista. L’ennesimo episodio che conferma il perdurare, per non dire il dilagare di un clima preoccupante che stiamo combattendo da tempo e che continueremo a contrastare con tutte le nostre forze”.

Così la vicepresidente della Regione Toscana e assessore alla cultura, Monica Barni, dopo l’episodio avvenuto la notte scorsa ad Arezzo ai danni della Ong Oxfam.

“Agli amici di Oxfam – prosegue Barni – dico che continueremo a stare al loro fianco, così come lo saremo con tutti coloro che sono dalla parte giusta: quella che dà riposte alla povertà, alla richiesta di futuro dei più fragili, al fenomeno epocale delle migrazioni. E andremo avanti con il nostro lavoro costante per impedire che l’ideologia razzista possa diffondersi sui muri delle città, come sui siti o nelle attività e nelle parole di chi vuole rimettere gli orologi indietro ad un tempo che non può e non deve ritornare più. In una società che sembra vocata a dimenticare e ignorare – conclude -, se c’è qualcosa da disimparare, è proprio il razzismo”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: