Mer. Ago 12th, 2020

Presentato, nella sala consiliare, il libro di Gaetano Rossi “Angelo da Orvieto – genio del suo tempo”

E’ stato presentato presso la sala del Consiglio Comunale di Palazzo dei Priori a Città di Castello il volume: “Angelo da Orvieto, genio del suo tempo” Edizioni Pigreco – Roma. L’opera è una approfondita ricerca dell’arch. Gaetano Rossi condotta sull’opera di Angelo da Orvieto artefice del palazzo dei Priori di Città di Castello, oggi residenza Municipale e del palazzo del Popolo o dei Consoli di Gubbio, oggi sede della Pinacoteca Civica. L’autore, nell’ intento di ricercare elementi caratterizzanti che potessero distinguere l’opera dell’Orvietano da quella di altri architetti del XIV secolo, arriva a dimostrare come le opere di Arnolfo di Cambio autore di Palazzo Vecchio a Firenze, Lorenzo Maitani associato al Duomo di Orvieto ed appunto di Angelo, non soltanto derivano tutte dall’applicazione di concetti e metodi ampiamente utilizzati dall’architetto gotico, ma addirittura presentano delle componenti aventi la stessa dimensione. Questo non può essere dato dal caso e ciò viene avvalorato anche dal fatto che tale dimensione non risulta divisibile con le unità di misura del tempo. Si viene così a sostenere l’esistenza di una scuola senese che allarga la sua influenza in Umbria, scuola della quale Angelo da Orvieto era il più giovane esponente. Ad ulteriore conferma di quanto sostenuto l’arch. Rossi, attraverso un’ampia documentazione grafica, fa emergere palesi analogie compositive tra il palazzo di Città di Castello con Palazzo Vecchio e come queste vengono poi trattate successivamente nel palazzo dei Consoli di Gubbio. Alla presentazione hanno portato il saluto il sindaco Luciano Bacchetta, l’arch. Alessandro Bonci in rappresentanza dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Perugia e Michele Bettarelli consigliere regionale; mentre gli interventi sono stati curati dal prof. Paolo Micalizzi, docente presso il dipartimento di Architettura dell’Università Roma Tre e dalla dott.ssa Laura Zamperoni, restauratrice.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: