Sab. Dic 14th, 2019

Da Città di Castello al Simposio europeo a Creta per presentare i risultati della sperimentazione umbra nelle scuole

La Fondazione Hallgarten– Franchetti Centro Studi Villa Montesca ha preso parte a CRISS un progetto di innovazione didattica supportato dalla Commissione Europea, che ha come obiettivo l’acquisizione, la valutazione e la certificazione delle competenze digitali nelle scuole primarie e secondarie attraverso l’utilizzo di una piattaforma didattica innovativa. Giovedì 14 novembre il simposio a Heraklion (Creta) con la presentazione del lavoro svolto nelle scuole umbre.

CITTÀ DI CASTELLO (PG), 22 nov. – Giovedì, 14 novembre, si è concluso a Creta il progetto CRISS, finanziato dal programma europeo Horizon2020, con il simposio finale dove Manfredi Treggiari e Federico Brozzetti, ricercatori della Fondazione Villa Montesca, hanno presentato i risultati della sperimentazione italiana nelle scuole primarie e secondarie umbre.
In rappresentanza del mondo scolastico umbro, direttamente da Città di Castello, sono intervenuti la prof.ssa Alessandra Pazzagli del Primo Circolo Didattico S. Filippo ed il prof. Matteo de Bennassuti dell’ITIS “Leopoldo ed Alice Franchetti” di Città di Castello.
CRISS è un progetto di ricerca e innovazione, sostenuto dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Horizon2020, che ha l’obiettivo di dimostrare come le competenze digitali possano essere acquisite, valutate e certificate nelle aule delle scuole primarie e secondarie in Europa. La piattaforma è stata testata e valutata con successo durante l’anno scolastico 2018-19 in un progetto pilota su larga scala che ha coinvolto oltre 40.000 studenti, 2.389 insegnanti e 400 scuole primarie e secondarie di tutta Europa.
In occasione dell’evento di Creta, i docenti partecipanti hanno presentato le loro esperienze e le loro migliori pratiche, stimolando una fruttuosa discussione europea sul futuro dell’acquisizione delle competenze digitali in classe con rappresentanti del settore dell’istruzione nazionale e internazionale, rappresentanti della Commissione Europea, ricercatori, insegnanti, genitori e studenti, creando sinergie ed esplorando le potenziali opportunità per la sostenibilità futura del progetto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti