Dom. Nov 17th, 2019

Elezioni regionali: Sinistra per Castello “chiare indicazioni per il rinnovamento della sinistra”

“Elezioni regionali con il loro evidente ed inequivocabile risultato, portano l’Umbria sulla scia di quanto sta accadendo a livello nazionale, prospettandoci il chiaro orientamento e consenso verso le forze della destra più estrema e fascistoide della storia della repubblica.

 

Era ovvio che così si manifestasse il malcontento generale e la disaffezione delle cittadine e dei cittadini umbri verso una partito, Il PD, rappresentante in questi ultimi venti anni , di una classe di potere che ha mal governato questa regione e soprattutto non ha saputo intercettare le istanze popolari e dare prospettive credibili  alle problematiche dei tempi in cui viviamo.  Nessun piano per il lavoro, nessuna strategia chiara per la tutela ambientale, la gestione dei rifiuti, l’emergenza sismica; scandali vergognosi sulla gestione della sanità. In generale è mancato profondamente un modello progressista di sviluppo e amministrazione dei territori, credibile attuabile condivisibile.

 

Di fronte a quello che ci è apparso un concreto pericolo, non tanto per la perdita del governo regionale, ma la sostanziale destituzione di una modalità democratica solidale e progressista di amministrare i territori e la spinta in avanti che ciò avrebbe dato al centrodestra a trazione leghista, le comuniste, i comunisti ed i soggetti della sinistra umbra, assieme ai verdi, hanno ritenuto opportuno dare il loro semplice ed onesto contributo in una visione realista della situazione appoggiando non senza perplessità ed in taluni casi dentro laceranti contraddizioni, la coalizione per Bianconi presidente.

 

Ringraziamo per questo, a nome de La Sinistra per Castello, Mauro Alcherigi che in questi ultimi mesi si è impegnato nelle assemblee e negli incontri di Umbria dei Territori partecipando attivamente alle interlocuzioni e per la disponibilità ed il coraggio dimostrato con la sua candidatura nella lista Sinistra Civica Verde. A lui riconosciamo la capacità di essersi messo a disposizione con grande energia e con le sue note capacità politiche ed amministrative anche in  conflitto dentro il suo partito (Rifondazione Comunista). Ringraziamo inoltre i cittadini Tifernati e dell’Alta valle del Tevere per la fiducia ed il consenso espressi con un voto  cosciente e consapevole al nostro candidato e alla Sinistra Civica Verde.

 

Prendiamo atto che tutto ciò è stato insufficiente, sia per la coalizione sia per un proficuo risultato della nostra lista. Non riteniamo in ogni caso che ciò sia stato irrilevante nel quadro politico umbro in una prospettiva di radicale cambiamento dei rapporti politici e della costruzione di una nuova sinistra,  credibile e capace di indicare soluzioni condivisibili per il governo dei territori.

 

Per questo motivo siamo disponibili a partecipare ad un confronto sui programmi e sulle scelte da intraprendere a partire da ora, con i soggetti politici che hanno dato vita alla attuale maggioranza consiliare, un tavolo aperto alle forze di tutta la sinistra che si ponga l’obiettivo di creare insieme un nuovo modello di governo della città.”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti