Mer. Nov 20th, 2019

A Fico in fila per trifola finger food: in vetrina a Bologna la 40° mostra del tartufo di Citta’ di Castello.

A Fico, visitatori in fila per il Trifola finger food, il super cibo inventato per festeggiare la 40° Mostra del Tartufo bianco di Città di Castello (1-3 novembre 2019), con la trifola dell’Alto Tevere, il Parmigiano Reggiano e la Patata deco di Pietralunga. Durante l’anteprima della Mostra che si sta svolgendo a Fico, l’accoglienza riservata a questo cibo-novità è stata molto calda con tanti curiosi, in fila per assicurarsi il loro finger tanto che le quantità previste si sono rivelate molto al di sotto della richiesta. Anche il presidente del dell’Associazione Città del Tartufo Michele Boscagli e Antonio Digiacomi, presidente del Centro studi di Alba hanno apprezzato la novità del 40°, nata grazie alla collaborazione con il Consorzio Parmigiano Reggiano, presente con il segretario Claudio Guidetti e con il comune di Pietralunga.

Il programma della 40° Mostra del Tartufo di Città di Castello è stato presentato in anteprima nella due giorni organizzata dall’Associazione Città del Tartufo che si è aperta nella mattina di sabato 12 ottobre 2019 nello spazio Mercati dell’ingresso principale di Fico dove erano presenti tutti i comuni italiani del tartufo. Insieme a 40 anni della Mostra di Città di Castello saranno speciali non solo per l’anniversario: “Siamo una terra dai grandi numeri in fatto di tartufo, dove nasce 365 giorni all’anno nelle sue quattro varianti stagionali; abbiamo un tartufaio ogni 10 abitanti e oltre seimila cani, che, stanno già cercando nei boschi, dato che i pronostici parlano di un’annata memorabile con grandi pezzature, grandi quantità a prezzi accessibili per l’andamento climatico molto favorevole alla trifola” hanno ribadito l’Amministrazione comunale di Città di Castello e l’Associazione Mostra del Tartufo. “40 edizione sono un traguardo storico, che vogliamo celebrare da un lato facendo vivere la mostra con eventi di grande richiamo per i turisti e per i tifernati, che da sempre la seguono; per questo durante la tre giorni abbiamo previsto momenti differenziati di degustazione e di ristorazione, adatti ad ogni gusto o portafoglio; ringraziamo il consorzio del Parmigiano Reggiano e la Patata Deco di Pietralunga che hanno accettato la sfida della qualità, progettando insieme a noi un cibo che si presenta come un finger food ma racchiude il segreto della dieta mediterranea: ingredienti di qualità e gusto”.

A curare le degustazioni di Fico sarà l’istituto Cavallotti-Patrizi-Baldelli, braccio operativo della trasferta e fautore della degustazione centrale, domenica 13 ottobre, in cui gli ingredienti delTrifola finger food, firmato dallo chef Andrea Cesari, sono stati combinati in un piatto dell’alta tradizione locale, il tortello al tartufo. Nel pomeriggio di domani, domenica 13 ottobre 2019 la scuola riproporrà la ricetta con uno showcooking nel dehors del Parmigiano Reggiano.

Tartufo, cultura, musica e showcooking: tanti gli appuntamenti della Mostra di Città di Castello numero 40 a partire dal mercato in Piazza Matteotti, con Tartufi Jimmy, Giuliano Tartufi, Penna Tartufi, Il Tartufaro, Mirko Tartufi e Tartufi Martinelli, che proporranno il meglio del tartufo locale e dei prodotti a base di tartufo. In Piazza Gabriotti le eccellenze italiane, in Largo Gildoni lo showcookingParola di Chef, dove si avvicenderanno chef, degustazioni, lo Slow food con i suoi Presidi, il comune di San Prospero, partner istituzionale della collaborazione con il Parmigiano Reggiano, l’istituto Patrizi-Baldelli-Cavallotticon un’avvincente gara tra i ragazzi delle scuole medie per aggiudicarsi il trofeo del primo Junior Chef Challenge. Grazie al maestro Fabio Battistelli, che ne è curatore, tornerà la seconda edizione di Sulle note del tartufo bianco, con musica e intrattenimento tra cui la presenza di Dario Vergassola nella giornata conclusiva. Sotto il Loggiato Gildoni produttori locali a chilometro zero e l’associazione Pro-Bio Umbria, il ristorante Saperi e Sapori dell’istituto Cavallotti-Patrizi Baldelli, la cucina narrativa di Samuele Tognaccioli, i percorsi dello studioso Lorenzo Tanzi e le campagne di informazione della ASL Umbria 1 sui funghi. In Piazza Fanti il ristorante della Mostra a cura della società rionale Madonna del Latte e della società rionale Riosecco, Il Salone del vino nell’Atrio del Palazzo comunale, a cura di AIS, che quest’anno propone anche il concorso per il Vin santo locale, in Corso Cavour il Salone dell’Olio a cura della Confraternita dell’Olio dell’Alta Valle del Tevere. Confermata anche la Card Musei, che nei giorni del Tartufo, permette l’ingresso agevolato a tutte le strutture museali cittadine

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti