Gio. Nov 21st, 2019

E45 punto 2: la scorsa domenica flash mob al puleto

Domenica 22 settembre,  10 militanti del comitato E45 punto 2 si sono mobilitati ed hanno tenuto un flash mob di fronte all ingresso del cantiere del viadotto Puleto in E45 al confine tra Toscana e Romagna. I militanti insieme ad un famoso musicista della Valtiberina hanno allestito un estemporaneo “cantiere di protesta civile” di fronte a questo scandalo nazionale. Il musicista, in gilet giallo e mascherato da animale del bosco, (come i militanti del comitato) ha suonato con una tromba brani significativi tra i quali il silenzio e l’inno nazionale, ha voler significare con il primo i troppi silenzi di politica e istituzioni sui ritardi con i quali si affronta questa emergenza e sulle responsabilità di coloro che hanno gestito questa importante arteria spendendo un “mare” di soldi per conservarcela pericolante. L’ inno nazionale è stato suonato per ribadire che la E45 è una risorsa non solo per le nostre valli ma è una strada di importanza nazionale essendo, dei tre assi viari di scorrimento veloce nord/sud, L unico gratuito. Rilanciamo il nostro appello affinché si realizzino in tempi brevi i lavori di messa in sicurezza dei vidotti Puleto e Tevere 4 e si sistemino i pochi km di vecchia strada statale vergognosamente abbandonati dallo stato.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti