Ven. Nov 15th, 2019

Città di Castello, la capitale delle buone pratiche, del buon vivere e dei stili di vita. Boom di visitatori nel centro storico

La capitale del “buon vivere”, delle buone pratiche e stili di vita, attraverso la prevenzione, sport, corretta alimentazione con un occhio alla cultura e alle tradizioni. Domenica a dir poco esplosiva, in senso positivo, di eventi e manifestazioni a Città di Castello, che punta a diventare modello “eco-sostenibile” da praticare. Centro storico preso letteralmente d’assalto di prima mattina da sportivi, turisti e visitatori di mostre e rassegne. Prima di tutto la prevenzione e la salute. Tutti in fila lungo le scale che conducono al Jumbo Truck, in piazza Matteotti, dove fino a martedi prossimo chiunque potrà effettuare gratuitamente analisi e screening di varia natura. Citta’ di Castello è infatti unica tappa Umbra del Progetto Nazionale di Prevenzione Cardiovascolare, “Truck Tour Banca del Cuore 2019”, promosso dalla Fondazione per il Tuo Cuore – HCF Onlus dell’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, di Rai – Responsabilità Sociale e di Federsanità-ANCI. “I cittadini hanno accolto fin da subito con grande entusiasmo questa iniziativa, un’importante operazione di cultura preventiva, che permette di porre l’attenzione nei cittadini sulla prevenzione cardiovascolare, spesso affrontata superficialmente o addirittura dimenticata in modo superfluo”, ha precisato il dottor, Adriano Murrone, vice-presidente ANMCO e direttore del reparto di Cardiologia dell’ospedale di Città di Castello.  Mentre i medici e personale specializzato stavano effettuando gli esami, a pochi passi dal “tir della salute” si è conclusa all’insegna di record di partecipanti e appassionati in piazza la 38^ gara podistica “Stracastello”, con un percorso diviso tra strade dentro e fuori dalle mura urbiche. Da una piazza all’altra all’insegna di grande partecipazione di turisti e tifernati con l’edizione mensile di “Retrò”, il mercato dell’antiquariato, dell’oggettistica antica, della rigatteria, dell’hobbistica e del collezionismo promosso dall’amministrazione comunale di Città di Castello che vista la concomitanza dei due eventi, che sono inseriti nel cartellone di “Estate in città”, ha comportato lo spostamento nell’area di piazza Garibaldi e in via Gramsci, tra la piazza e via Sant’Antonio: oltre cento espositori provenienti dal centro Italia. Dalla rigatteria e oggettistica d’altri tempi alla cultura ed arte con la 17esima Mostra del Fumetto di Città di Castello (fino al 3 Novembre nei suggestivi spazi di Palazzo Vitelli a San Egidio) quest’anno dedicata al “Visconti del fumetto italiano”, DINO BATTAGLIA, intitolata “Dino Battaglia – La perfezione del grigio tra sacro e profano”, organizzata dagli “Amici del Fumetto” di Città di Castello, inaugurata ieri e già da oggi presa d’assalto dai cultori della china d’autore e non solo. Una carriera straordinaria raccontata in un percorso ben studiato che permette di scoprire la sua arte tramite 320 tavole originali, le più importanti in assoluto, ma anche attraverso materiali insoliti come i soldatini fabbricati a mano da Battaglia in persona, gli schizzi preparatori, i disegni alternativi e le tavole retro colorate da Laura De Vescovi, amata moglie del Maestro. E poi le suggestive e imponenti figure tridimensionali, la mummia e il Golem, alte più di 2 metri, realizzate dalle sapienti mani di Michele Guaschino, scultore iperrealista. Per finire, la Fiera delle Utopie concrete che a pochi giorni dal taglio del nastro dell’edizione 2019 (dal 19 al 22 settembre ) dedicata a “Idee e progetti a confronto per le Città e le Comunità sostenibili del futuro”, propone quattro giorni di laboratori, incontri, eventi musicali e performance artistiche, con l’obiettivo di informare, intrattenere e far fruire in diverse modalità contenuti decisivi per il futuro di tutti. A Città di Castello in bicicletta, il nuovo Piano Urbano Mobilità Sostenibile. Al centro della Fiera delle Utopie Concrete 2019 ci saranno anche i risultati di una ricerca empirica sull’uso della bicicletta a Città di Castello, che pone la citta’ umbra come modello di città a “due ruote” sulla scia di centri del nord Italia dove la bici risulta essere il mezzo di locomozione maggiormente usato dai cittadini per gli spostamenti in centro e immediata periferia: quasi l’80 per cento dei tifernati. Venerdì 20 settembre, la Fiera delle Utopie Concrete proporrà, insieme al Team Fortebraccio e l’Unione Ciclistica Città di Castello, le realtà ciclistiche più importanti dell’Altotevere, un’escursione dimostrativa in bici (anche quella elettrica). Nel giorno di partenza del terzo sciopero mondiale per il clima, un contributo da Città di Castello per salvare il clima in bici. L’appuntamento è per le 16 in Piazza Matteotti – dove sarà allestita una postazione con pannelli che, partendo dal PUMS, presenteranno spunti e suggerimenti per la mobilità dolce – verso il ciclodromo, attraverso il percorso lungo il Tevere. Un modo per testare così gratuitamente, in prima persona, l’opportunità dell’utilizzo della bici, mezzo di locomozione piacevole, corroborante, e gentile con l’ambiente.CDCNOT/19/09/15/COMINLINEA/464/GGAL
 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.