Sab. Nov 23rd, 2019

Tiferno comics 2019: Inaugurata oggi la 17^ edizione della mostra nazionale del fumetto

 

Sabato 14 settembre è stata inaugurata con grande successo la 17esima Mostra del Fumetto di Città di Castello quest’anno dedicata al “Visconti del fumetto italiano”, DINO BATTAGLIA, intitolata “Dino Battaglia – La perfezione del grigio tra sacro e profano”, organizzata dagli “Amici del Fumetto” di Città di Castello assieme alla casa editrice “Lo Scarabeo” di Torino.

Una carriera straordinaria raccontata in un percorso ben studiato che permette di scoprire la sua arte tramite 320 tavole originali, le più importanti in assoluto, ma anche attraverso materiali insoliti come i soldatini fabbricati a mano da Battaglia in persona, gli schizzi preparatori, i disegni alternativi e le tavole retro colorate da Laura De Vescovi, amata moglie del Maestro. E poi le suggestive e imponenti figure tridimensionali, la mummia e il Golem, alte più di 2 metri, realizzate dalle sapienti mani di Michele Guaschino, scultore iperrealista.

Tutto ciò rende Tiferno Comics 2019 la più grande mostra su Dino Battaglia mai realizzata al mondo, con il catalogo più ricco e completo che celebra questo straordinario artista in più di 200 pagine: un evento che colpisce dritto al cuore e alla memoria di molti.

 

La presentazione, svoltasi nell’insolita location della Chiesa di San Francesco a Città di Castello (in onore alle tavole di Battaglia dedicate al Santo), ha visto intervenire e sfilare un parterre di tutto rispetto.

Introdotti e presentati dal Presidente degli “Amici del Fumetto” Gianfranco Bellini, dietro al tavolo della gremitissima sala, hanno portato il loro saluto agli intervenuti, il Sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta, il Presidente dell’Assemblea Legislativa della Regione Umbria, Donatella Porzi, il Vicesindaco e Assessore alla Cultura di Città di Castello, Michele Bettarelli, il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Città di Castello e dell’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, Fabio Nisi e il curatore della mostra Pietro Alligo.

 

In sala erano presenti anche Pino Battaglia, figlio di Dino,Fulvia Serra, storica Direttrice della rivista Linus, oltre ai tanti nomi del mondo della politica, imprenditori locali sponsor della kermesse, esponenti di spicco del mondo del fumetto, gran parte dei membri del Comitato Scientifico che ha collaborato in modo importante alla stesura del catalogo della mostra e di cui fanno parte più di 20 illustri nomi della letteratura, dell’arte, del giornalismo e del fumetto; e poi tanti cittadini altotiberini e turisti provenienti da tutta Italia, proprio a dimostrare quanto questa manifestazione sia entrata nell’anima e nel cuore della città.

 

 

Caloroso e lunghissimo applauso invece a Vincenzo Mollica, direttore artistico e profondo amico della Mostra del Fumetto tifernate che purtroppo quest’anno non ha potuto partecipare alla presentazione, ma che ha comunque sorpreso ed emozionato i presenti con il suo video messaggio

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti