Dom. Ott 20th, 2019

Premiati dal sindaco Carizia gli studenti del Campus “Da Vinci” protagonisti di una esperienza di alternanza scuola-lavoro a Stoccolma

Sono stati premiati con il conferimento di un attestato questa mattina, in occasione del primo giorno di scuola, dal sindaco Luca Carizia, dall’assessore all’Istruzione Alessandro Villarini e dalla dirigente scolastica Franca Burzigotti i quindici studenti, selezionati per merito tra le classi terze e quarte degli indirizzi liceali del Campus “Leonardo Da Vinci”, che questa estate sono stati protagonisti di un percorso di alternanza scuola- lavoro di tre settimane a Stoccolma.
Il progetto, dal titolo “Cultural and digital jobs” è stato realizzato grazie ai fondi per il potenziamento dei percorsi di alternanza scuola-lavoro in cui il Campus “Leonardo da Vinci” di Umbertide è risultato al primo posto nella graduatoria regionale. Grazie al consistente finanziamento ottenuto, gli studenti hanno svolto l’esperienza nella capitale svedese senza nessuna spesa a carico delle famiglie.
Sono stati ventuno giorni di straordinarie attività di alternanza, che hanno consentito agli studenti, accompagnati dalle docenti Silvana Fioravanti e Marta Ciancabilla, di mettere in campo le proprie competenze potenziandole all’interno di un tessuto socio-economico dinamico, stimolante ed innovativo quale quello svedese. Stoccolma è infatti considerata la Silicon Valley europea e moltissime sono le start-up digitali svedesi che hanno rivoluzionato la nostra vita quotidiana come ad esempio Skype, Spotify e colossi del gaming (Candy Crush e Minecraft).
Gli studenti hanno approfondito quotidianamente con grande entusiasmo l’utilizzo della lingua inglese, focalizzato sull’orientamento al mondo del lavoro e sulla struttura produttiva del paese scandinavo. Hanno partecipato a laboratori intensivi sul modello del role playing e del cooperative learning e hanno vissuto alcuni job-days per conoscere l’organizzazione aziendale e sperimentare le professioni connesse alla sfera culturale-digitale. Gli alunni del Campus oltre ad incrementare attivamente le proprie competenze linguistiche, hanno così potuto sviluppare quelle soft skills fondamentali per il cittadino del XXI secolo: auto-determinazione, creatività, imprenditorialità, capacità di comunicare e collaborare.
Aziende come la leader scandinava dell’Ict Evry, la startup internazionale di messaggistica istantanea Supertext e la coworking United Spaces hanno aperto le porte agli studenti mostrando i principali caratteri di innovazione e la complessità organizzativa e produttiva.
“Sono molto contenta per l’esito più che positivo del progetto innovativo che vi ha visto protagonisti – ha affermato la dirigente Burzigotti rivolgendosi ai ragazzi – La presenza del sindaco e dell’assessore a una cerimonia così importante dà maggiore valore ai vostri meriti e al lavoro che svolgiamo all’interno del nostro istituto”.
“Il Campus Da Vinci è una eccellenza a livello regionale e da parte nostra, stare vicino a una realtà scolastica come questa è doveroso – ha detto agli studenti il sindaco Carizia – Quella che avete fatto è stata una esperienza bellissima che vi ha consentito di migliorare l’inglese e che vi ha fatto confrontare con una realtà dinamica come quella svedese: tutto ciò vi renderà più curiosi e aperti a nuove prospettive”.
Questi i nomi dei quindici ragazzi ai quali è stato conferito l’attestato: Giulia Galletti, Greta Beacci, Caterina Borsi, Sofia Zangarelli, Allegra La Rocca, Martina Rendinella, Anna Lucia Allegrucci, Eleonora Moretti, Sofia Schiavolini, Nina Caseti, Claudia Miti, Linda Tarli, Elena Carlini, Emida Qose, Riccardo Peli.
 
 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti