Pericolose improvvisazioni: PD la Giunta Comunale stanzia le risorse per una gara di appalto di 185.000 euro per servizi informatici e poi la blocca”

La Giunta Comunale stanzia le risorse per una gara di appalto di 185.000 euro per servizi informatici e poi la blocca. La Commissione di gara chiede parere tecnico, amministrativo e legale all’ANAC, alla Corte dei Conti e all’Ufficio Legale della Regione Toscana.
A febbraio abbiamo sollevato il caso della “Spese pazze” del Comune di Sansepolcro: oltre 60.000 euro di affidamenti diretti per corsi di formazione e consulenze. Una di queste “costose consulenze”, quella del dottor Giuntoli ammonta a 10.200 euro e ha per oggetto “attività inerenti lo sviluppo del processo di informatizzazione orientato alla dematerializzazione dei processi amministrativi”. Il risultato è la pubblicazione, in agosto, di un bando di gara per l’appalto del servizio di avviamento, assistenza ed integrazione del software relativo al progetto SIMEL 2per un importo di 185.000 euro per complessivi quattro anni. Logicamente queste risorse sono stanziate nel bilancio 2019approvato dall’Amministrazione comunale. Oltre al Segretario Comunale del Comune di Sansepolcro sono stati nominati nella Commissione di gara due esperti esterni un architetto e un ingegnere.
Avevamo già fatto notare come questa Amministrazione stesse già portando avanti un progetto di informatizzazione complessivo avendo acquistato nel giugno 2017 (determina n°408) l’aggiornamento degli appplicativi di CiviliaNextper un importo di 18.300. Non siamo riusciti a capire se questo nuovo progetto si integri con il precedente oppure sia un costosissimo doppione.
Rispetto alla gara, avviata a fine luglio, il verbaledel 27 agosto riporta che la Giunta Comunale ha chiesto “senza indugio” di sospendere la procedura di gara in attesa di approfondimenti tecnici. La Commissione decide di sospendere la procedura di gara e di chiedere parere tecnico, amministrativo e legale all’ANAC, alla Corte dei Conti e all’Ufficio Legale della Regione Toscana aprendo la strada ad un possibile contenzioso.Visto che tutta questa situazione era già nota a febbraio, e che con le nostre interrogazioni avevamo espresso preoccupazione per questo sperpero di denaro, il Sindaco e la Giunta non dovevano far iniziare la procedura di gara per non trovarsi in una situazione che può comportare altre spese per i cittadini di Sansepolcro. Questo risveglio tardivo denota la pericolosa improvvisazione del Sindaco che sembra accorgersi dei problemi con grave ritardo quando il denaro pubblico è stato speso e le procedure avviate!!!!
Ad oggi si sono spesi soldi per non avere niente in mano.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: