Mer. Nov 20th, 2019

Infortuni sul lavoro: mozione di Zucchini (gruppo misto) per una approfondimento in commissione

Infortuni sul lavoro: Gaetano Zucchini, capogruppo del Gruppo Misto nel consiglio comunale di Città di Castello chiede con una mozione al sindaco e alla giunta “di attivarsi al fine di promuovere un incontro, invitando nell’apposita Commissione Consiliare tutti i portatori di interesse – dalla ASL ai sindacati – con l’obbiettivo di valutare la realtà del nostro territorio e considerare tutte le possibili azioni di contrasto del preoccupante fenomeno degli infortuni sul lavoro e le malattie professionali”. La proposta parte dai dati Inail: “Nei primi cinque mesi del 2019 dalle 269.431 denunce di infortuni professionali sostanzialmente stabili – spiega Zucchini – emerge un lieve aumento percentuale per quelle accorse in agricoltura (1,3%) , un lieve aumento della componente femminile ( +0,7%) e della componente extracomunitaria (+ 3,5%) ed un aumento degli under 30 (+ 2,6%) e degli over 55 ( +3,0%). I casi mortali denunciati sono al 31 Maggio 2019 in numero di 391 (+ due rispetto al 2018) con un aumento dei casi in agricoltura (+ nove denunce), in prevalenza maschili e le denunce di malattia professionale protocollate risultano essere 27.385 (+ 372 rispetto al 2018) aumentate nel settore industriale e dei servizi ( + 3,1% ), diminuite in agricoltura ( – 4,4%). La Regione Umbria , sempre nel medesimo periodo (gennaio-maggio 2019) ha avuto un incremento maggiore di infortuni sul lavoro rispetto ad altre regioni italiane ( + 8,0 %) ( 4519 denunce , 22 infortuni ogni 1000 addetti INAIL contro una media italiana di 16 nel 2017; 281 incidenti sul lavoro, con nove morti (due in più rispetto al 2018) con prevalenza nel settore industriale ma particolarmente frequenti anche in agricoltura ed edilizia. Tali dati hanno innescato viva preoccupazione e considerazioni a vari livelli: ad esempio le dichiarazioni del Presidente Vicario della Giunta Regionale Paparelli che auspicava vigilanza, controllo e assistenza alle imprese ed affiancamento di strumenti che permettano la valorizzazione e la diffusione di buone pratiche per le imprese e la adesione a percorsi virtuosi di autocontrollo, premialità rivolte alle aziende che abbiano realizzato investimenti per incrementare la sicurezza sul lavoro. Anche le dichiarazioni del cardinale Bassetti andavano in questa direzione invitando le istituzioni ed i datori di lavoro a lavorare per migliorare i dati negativi e che ricordava anche l’impegno della Chiesa con l’attivazione da parte della Caritas di un Osservatorio Etica del Lavoro e dell’Impresa”. Infine Zucchini cita a legge regionale n1 del 2018 sul Sistema integrato per il mercato del lavoro , l’apprendimento permanente e la promozione dell’occupazione. Istituzione dell’Agenzia regionale per le politiche attive del lavoro che prevede la realizzazione di un sistema integrato di sicurezza del lavoro e di miglioramento della qualità lavorativa, esercitando funzioni di indirizzo e coordinamento. Con queste premesse, il capogruppo chiede un approfondimento in commissione e un impegno su questo fronte dell’Amministrazione.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti