Annunci

Colograss e’ salubre, lo dice la ASL 1, oggi conferenza dei servizi a Perugia. Si della commissione a Marino fa Mercato

Colorglass non è un’azienda insalubre: questo il responso della Asl Umbria 1, che verrà posto alla valutazione della Conferenza dei servizi, convocata questa mattina, giovedì 16 maggio 2019, a Perugia per decidere se confermare o intervenire sull’autorizzazione dell’azienda di Trestina. Anche di recente l’Amministrazione di Città di Castello aveva ribadito che “il nodo sulla vicenda è la salubrità, abbiamo chiesto più volte un parere al Ministero e alla Asl, che è deputata secondo la legge a rilasciarlo”. La notizia del pronunciamento positivo sulla salubrità di Cologlass è stata ufficializzata ieri, mercoledì 15 maggio 2019, dalla presidenza della Commissione Assetto del territorio di Città di Castello, con la partecipazione degli Assessorati all’Urbanistica, all’Ambiente e del vicesindaco. Questo parere sarà centrale anche nei lavori della Conferenza dei Servizi, in corso a Perugia, rispetto alla quale la commissione ha ripetuto l’opportunità di mantenere aperta la convocazione fino all’udienza del Tar sulle opere della sede di Colorglass gravate dall’ordinanza di demolizione da parte del comune. Alla luce dell’una e dell’altra decisione, l’organismo si riconvocherà per riferire e valutare complessivamente.  La commissione si è anche occupata della parte operativa del prg, esaminando le trenta tre osservazioni giudicate non pertinenti. Due, oltre i tempi massimi, non sono state giudicate recepibili, una è stata rimandata per un surplus di istruttoria; negli ultimi casi è stata confermata la decisione dell’ufficio. Inoltre è stato definito un calendario per analizzare, sulla base dei criteri guida del Consiglio comunale, tutti i 260 quesiti presentati entro la fine del mese di maggio. Infine via libera della commissione al progetto per la riqualificazione della ex-Colat da parte di Marino fa Mercato. Positive le dichiarazioni sull’intervento che darà una nuova funzione a strutture fatiscenti con la possibilità, secondo il dettato della legge regionale nei casi di recupero, di usufruire di ulteriore 15% in più per gli standard urbanistici. Riguardo la variante, invece, è stato unanimemente espresso il parere di valutare questa possibilità dopo l’approvazione del nuovo prg.
Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: