Annunci

Sansepolcro, approvate le tariffe TARI 2019. Non ci sono aumenti

Nell’ultima seduta consiliare del 27 marzo, il Comune di Sansepolcro ha approvato la tariffa dell’imposta comunale sui rifiuti TARI per l’anno 2019. Con uno sforzo importante da parte degli uffici e degli assessorati a Tributi e Beni Comuni, l’amministrazione comunale ha mantenuto invariato l’importo della tassa nonostante un aumento di 202.767 euro del Piano Economico Finanziario.

“Questo rincaro, opportunamente scongiurato, è imputabile principalmente alla Legge di bilancio 2019 attuata dal Governo che, dando alle amministrazioni – in questo caso la Regione Toscana – la possibilità di variare al rialzo le tariffe e i tributi locali, ha portato l’aumento dell’Ecotassa passata, relativamente al costo di smaltimento, da 9 a 21 euro a tonnellata – ha spiegato l’assessore ai Tributi Catia Del Furia – a questo si aggiungono il venir meno degli incentivi regionali e la bassa percentuale di raccolta differenziata (40%) a fronte dell’incremento previsto in altri territori.”

“È opportuno precisare – ha aggiunto l’assessore – che il sostanziale ripianamento della tariffa non deriva da tagli ai servizi, che anzi saranno implementati attraverso nuove dotazioni ed altri investimenti concordati con Sei attraverso l’assessore Marconcini. A giocare un ruolo fondamentale, è stata la politica di recupero crediti messa in piedi con i nostri uffici che ci ha permesso di accertare e risolvere numerose inadempienze. Altre voci importanti riguardano la riduzione di 50.000 euro concessa da Sei a seguito di notevoli disservizi verificatisi nello scorso mese di agosto in virtù dell’applicazione del Decreto Dignità, e che il Comune di Sansepolcro è stato il primo Comune dell’ambito a denunciare, e i 9.000 di incentivi per gli eco-compattatori.”

“Abbiamo evitato un potenziale rincaro della tariffa dell’8% – conclude l’assessore – Si tratta dunque di un risultato importante, che premia la determinazione dell’amministrazione a fronte di una situazione tutt’altro che semplice e per la quale, come annunciato in Commissione Bilancio, occorre cominciare fin dai prossimi mesi un lavoro comune, fra maggioranza e opposizione, di approfondimento e analisi.”

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: