Mer. Ott 16th, 2019

27ª edizione giornate FAI di primavera sabato 23 e domenica 24 marzo 2019 Ville, castelli e cantine in Alta Valle del Tevere

 

Un originale percorso tra storia, arte, natura, architettura, enogastronomia in Alta Valle del Tevere:  manca meno di una settimana alle “Giornate Fai di Primavera”, l’iniziativa nazionale del Fondo Ambiente Italiano di raccolta fondi e di sensibilizzazione che si terrà su tutto il territorio nazionale, nei giorni  sabato 23 e domenica 24 marzo 2019, con 1100 luoghi aperti in tutta Italia.

“Ville, castelli e cantine in Alta Valle del Tevere” è il titolo che accomuna le tre aperture promosse nel territorio di Umbertide dai volontari del Gruppo Fai Città di Castello, sotto il patrocinio di Regione Umbria e Comune di Umbertide. Saranno i giovani “Apprendisti Ciceroni” di quattro istituti superiori a guidare, con passione e preparazione, i visitatori in questo percorso tra arte, storia e paesaggio articolato in tre “tappe”. Le visite saranno condotte dagli studenti dell’istituto di istruzione superiore “Leonardo da Vinci” di Umbertide, dell’istituto d’istruzione superiore “Patrizi – Baldelli – Cavallotti”, dell’istituto di istruzione superiore “Franchetti-Salviani” e del Liceo statale “Plinio il Giovane” di Città di Castello.

I luoghi aperti:

  • Castello di Civitella Ranieri. Questa maestosa fabbrica di origine medievale ospita oggi un importante centro culturale e artistico. Il castello, a pianta quadrata con torrioni cilindrici, fu ricostruito nella prima metà del Quattrocento dal capitano di ventura Ruggero Ranieri, e arricchito nel corso del tempo con elementi architettonici e arredi rinascimentali.
  • Giardino di Villa Pace. In posizione panoramica sulle colline del versante orientale della valle, Villa Pace fu costruita nelle forme attuali nella seconda metà dell’Ottocento sul luogo di una più modesta residenza di campagna per opera dei fratelli Giuseppe e Raffaele Bertanzi. Giardino, limonaia e cappella di famiglia offrono alla visita essenze arboree rare e una serie di manufatti artistici legati alla storia dei proprietari. La villa era al centro di una tenuta agricola, oggi parzialmente trasformata in attività turistico-ricettiva.
  • Cantine Blasi. Le vicine cantine, acquisite dalla famiglia Blasi alla fine degli anni novanta del secolo scorso e aperte dopo circa un decennio di lavori di ristrutturazione, risalgono addirittura al 1742. Nei suggestivi locali, a quali si è affiancata la nuova cantina, la secolare tradizione delle antiche tecniche si coniuga con la modernità dei più recenti processi di vinificazione.

Tutti i luoghi saranno visitabili con un contributo libero.

Gli orari di apertura:

  • Castello di Civitella Ranieri: sabato 23 marzo ore 14.30-18; domenica 24 marzo ore 14.30-18 (domenica mattina chiuso)
  • Giardino di Villa Pace e Cantine Blasi: sabato 23 marzo ore 14.30-18; domenica 24 marzo ore 10.30-13 e 14.30-18.

 

Le informazioni dettagliate sono disponibili anche sul sito www.fondoambiente.it. Si ringrazia per il supporto locale: Fondazione Civitella Ranieri, famiglia Bertanzi-Mochi Onori, famiglia Blasi; dirigenti, docenti e studenti degli istituti superiori coinvolti, associazione Ari-re radioamatori di Città di Castello, Simona Bellucci.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti